“AL 372 ” Bed and Breakfast

“al 372” è un accogliente e confortevole bed and breakfast dall’atmosfera elegante ed esclusiva.

Soggiorno spesso “al 372” e rimango sempre positivamente colpita dai suoi arredi, dalla pulizia, dalla cordialità e dalla disponibilità di Carlotta (la padrona di casa) , il profumo negli ambienti privati e comuni. Un luogo da tenere in considerazione non solo per chi arriva a Roma tiburtina , ma anche per tutti quelli che desiderano un posto con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

A pochi passi dalla stazione Tiburtina, il B&B “al 372” è ubicato in una posizione strategica per visitare i luoghi più affascinanti della città eterna.
Vi sembrerà di non aver mai lasciato casa: Offrono un servizio personalizzato e attento ai particolari,accoglienza e comodità sono parole chiavi, equilibrato comfort, qualità e convenienza.
Il B&B “al 372” dispone di tre camere, curate con attenzione, Le camere si ispirano ai criteri dell’architettura dal design “minimal” ed elegante. Rifiniture di pregio e ospitalità di alto standard rendono questo splendido B&B il luogo ideale per un soggiorno piacevole. Un’attenzione particolare è dedicata al benessere degli ospiti.

La geometria delle linee

La luce e la geometria del black & white rendono la camera 3 elegante e senza confini.

 

 

 

L’armonia degli spazi

La passione per la decorazione nel più puro stile decò, Questa è la camera 7, dove di solito alloggio, la ricerca di un gusto moderno, la nota di colore come punto di rottura che dona vivacità e movimento.

 

 

Il gioco dell’essenziale

La combinazione del bianco e del nero tra forti richiami geometrici

 

 

I loro contatti:

Email

info@al372.it

Telefono

+39 345 453 3250
+39 348 276 4833

Indirizzo

Via Tiburtina n. 372, 00159 Roma (Italia)

Un piccolo paradiso nel centro di Roma

 

 

 

 

I 4 tagli di capelli da provare perché fanno sembrare più giovani.

Come ottenerli, pettinarli e preservarli. Beauty-tips per forever Young!

 

Se esistono i tagli perfetti per le over 30, quelli da evitare per non sembrare più vecchie, ci sono anche quelli (miracolosi?) da portare con gioia perché fanno sembrare più giovani. L’importante è azzeccarlo e pettinarlo al meglio. Ma a quale compromesso, penserete. Praticamente nessuno perché i tagli più freschi e divertenti non sono per forza i più audaci.Non solo il corto fa teenager, anzi. Ecco 4 tra i tagli forever young da provare questa estate e sempre:

IL BOB CLASSICO
Cosa chiedere al parrucchiere: un bob angolato che sfiori il mento e che diventi progressivamente (ma non troppo) più corto via via che si arriva alla parte posteriore. N.B.: se avete i capelli fini, meglio scegliere un taglio netto e non progressivo, in questo modo la chioma acquisterà più volume.
Perché fa sembrare più giovani: il bob regala al volto una dolcezza inaspettata, e la diagonale fa sì che l’attenzione si concentri sullo sguardo e l’angolo creerà l’illusione di avere zigomi più sollevati.
Cosa evitare: il taglio bob troppo corto rischia di non essere più un bob. Il taglio nella parte posteriore non deve superare la linea della nuca, o l’hairstyle apparirà disordinato. Su visi dalla forma tonda, evitare il bob arrotondato, preferitelo sfilato.

bob-classico

IL PIXIE SCALATO E SFILATO
Cosa chiedere al parrucchiere: un taglio corto, il più possibile scalato e leggero. Questo look “a strati” archivia l’eccessiva definizione che coloro che hanno lineamenti marcati dovrebbero evitare. La lunghezza del corto non deve superare la metà del collo.
Perché fa sembrare più giovani: la stratificazione assicura pienezza e volume. È questo il taglio consigliabile a coloro che hanno capelli sottili e molto sottili, specialmente sui lati o nella parte posteriore della chioma. Il taglio corto e scalato permette anche di giocare con il look ed essendo molto plasmabile si adatta a diversi stili. In una parola, è in assoluto il taglio più fresco che si possa scegliere.
Cosa evitare: una scalatura che non rispetta le proporzioni. Il rischio? Se i ciuffi rimangono troppo corti sui lati e troppo lunghi nella parte posteriore, il taglio risulterà disequilibrato e l’effetto molto poco giovanile, anzi.

pixie-scalato-classico

IL TAGLIO LUNGO MA SCALATO
Cosa chiedere al parrucchiere: stratificazione graduale e morbida. Questo è il taglio che meglio si addice a color che hanno capelli fitti e corposi. I livelli dovrebbero partire dal più corto: lungo non oltre la guancia, il medio: all’altezza del mento, e il lungo: che arriva alle spalle (e oltre).
Perché fa sembrare più giovani: il lungo ingentilisce i lineamenti, il lungo scalato ancora di più. I capelli lunghi poi, sono per eccellenza il taglio più young in assoluto, e nella versione scalata la scelta più contemporanea che si possa fare.
Cosa evitare: scalature nette, soprattutto all’altezza degli zigomi. Parola d’ordine per questo taglio è: gentilezza.

taglio-lungo-ma-scalato

LA FRANGIA O IL CIUFFO FRANGIA
Cosa chiedere al parrucchiere: usare le parole “soffice” e “leggero” per assicurarsi un taglio equilibrato che sia corto al punto giusto. Ila parte più corta del ciuffo deve terminare all’altezza del sopracciglio, quella più lunga raggiungere lo zigomo.
Perché fa sembrare più giovani: sia la frangia che il ciuffo frangia oltre a regalare allure sbarazzina e attitudine forever young, nascondono le imperfezioni e le rughe della fronte. L’asimmetria del taglio inoltre crea l’illusione di una maggiore pienezza, molto teen.
Cosa evitare: una frangia troppo netta. Un taglio da lasciare alle giovani e giovanissime. Disegnare una linea troppo dura sulla fronte rischia di indurire lo sguardo.

la-frangia-o-ciuffo-a-frangia

 

10 MUST HAVE SU CUI PUNTARE

Sono i dieci key pieces su cui puntare questa stagione.

Da mixare, reinventare e sfoggiare per sentirsi subito molto glam .

Ogni stagione ha i suoi irrinunciabili key pieces, quelli la prossima primavera sono 10.
Scopriteli in questa gallery:

1. Il chiodo: dimenticate il solito nero, adesso è super colorato, dorato o addirittura effetto rainbow.

2. La tuta: un indispensabile “problem solving” basta cambiare gli accessori e diventa il passe-partout night & day. Sneakers di giorno, stiletti di sera. E non c’è il problema degli abbinamenti sopra/sotto.

3. Il trench: non è primavera senza un soprabito beige. Il rain-coat è un classico che si rinnova. Il più nuovo sembra un abito.

4. Righe + tapestry: potrebbe sembrare un azzardo, ma se un classico del guardaroba maschile incontra la stampa floreale l’effetto è super glam.

5. L’abito lungo: che sia a fiori o tinta unita è un irrinunciabile del guardaroba estivo. L’idea in più? Se non fa ancora caldo, indossarlo con i biker boots. Per un look molto grintoso.

6. La gonna a pieghe: sempre bon ton, ma con un twist in più se si sceglie il modello in denim o si abbina al chiodo e a pezzi stile navy. Perfetta con la marinière.

7. Parka: quello stile military ha lasciato il posto alla versione più giocosa. Il più glam ha cascate di maxi pois.

8. Il kimono: è la nuova giacca, si indossa come fosse un cardigan e regala subito un allure contemporanea e très chic. Da provare con camicia bianca e denim.

9. Pijama: la tendenza continua e non si arresta. Adesso c’è la versione microfantasia, tuta o colorblock e con accessori etno-glam.

10. Caban: non solo di giorno, la giacca di tela un po’ sportiva si porta con tutto. Anche di sera e col cocktail-dress.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

10 COLORI da indossare P/E2017

 

Le tendenze primavera-estate 2017 e i 10 COLORI da indossare nella prossima stagione calda sono stati (quasi) ormai svelati dalle passerelle.

Fra tonalità tenui e neutre insieme ad altre più brillanti, con l’aggiunta di qualche stampa originale. Ecco tutte le tendenze moda primavera-estate 2017 con i 10 colori da indossare.

copertina-colori-p

Rosa
Rosa e ancora rosa: certamente non ne avremo mai abbastanza, tra abiti e accessori, per la prossima estate! Di molte nuances diverse, tendenti al cipria o al fuxia, il rosa è stato protagonista, finora, di tutte le sfilate primavera-estate 2017.

 

Giallo
Altro colore da indossare e grande tendenza 2017 sarà il giallo: lo troverete infatti già nei negozi in una tonalità senape per quest’autunno. La primavera-estate 2017 lo vorrà invece declinato in un tono sia pallido che molto acceso; insomma, da segnare nella vostra wish list estiva.

thnrwio3v3thiagn509l

Blu navy
Il blu navy è un tipico colore primaverile e passepartout per l’estate: ecco infatti tra le tendenze colori primavera-estate 2017 anche molti capi e accessori confezionati in blu navy. Questo colore sta davvero bene con tutto e non potrete non averne nemmeno un vestito nell’armadio.

Ceruleo
Il famoso ceruleo o carta da zucchero si è visto moltissimo sulle passerelle, soprattutto in camicie a fiocco, abiti lunghi, pantaloni palazzo e gonne ampie. Anche questa tonalità di azzurro è abbinabile senza problemi ed è un colore da indossare facilmente, specie d’estate e con una bella abbronzatura!

 

copertina-colori

Arancione
L’arancione
, trend per l’estate 2017, sarà un bel colore acceso oppure quasi un terra bruciata, tendente al marrone. Tanti abiti, ma soprattutto accessori e scarpe, oppure costumi da bagno arancioni, in tinta unita o fantasia, non potranno mancare in valigia!

Rosso
Il rosso fuoco oppure il rosso corallo: sono queste due bellissime tonalità a spiccare tra i colori pastello, molto più tenui, visti in abbondanza alle ultime sfilate. Di certo se sceglierete di cedere a questa tendenza primavera-estate 2017 non passerete inosservate.

Avorio e oro
L’elegantissimo color avorio, spesso associato agli abiti da sposa, sarà un altro colore top delle tendenze moda primavera-estate 2017 insieme all’oro e all’argento. Abiti, trench, gonne, pantaloni romantici e accessori bon-ton con giochi di trasparenze e fantasie floreali tono su tono in tutte le sfumature d’avorio, dell’oro e dell’argento.

thrja54zh9thfw577tcc

Tortora
Un classico
, invece, che non manca mai in primavera e d’estate è il tortora, il tipico colore che fa risaltare l’abbronzatura: se vi piace la tonalità, non avrete di certo problemi a trovare un capo o un accessorio di questa nuance.

Maculato
Dopo soli 3 anni di assenza, ecco tornare prepotentemente d’estate anche il marrone e il nero, specialmente in fantasie maculate e zebrate. Non certo per tutte le occasioni e decisamente più difficili da portare rispetto alle tinte unite, potrete comunque decidere di avere nel vostro outfit estivo anche solo un dettaglio animalier, oppure optare per un grintoso costume da bagno.

Bianco e nero
Concludiamo la nostra lista dei 10 colori da indossare tra le tendenze moda primavera-estate 2017 con un tradizionale abbinamento bianco e nero. Non solo look total white per il giorno e total black per la sera, ma anche mix & match e fantasie optical, a righe o floreali (vagamente anni ’70) reinterpretate in tagli moderni.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le tendenze autunno – inverno 2016 / 2017

 

È tempo di scoprire tutto ciò che riguarda la moda autunno/inverno 2016-2017 e per farlo voglio svelarvi quali sono le tendenze da seguire a tutti i costi. È importante sapere che ci sono dei dettagli che non bisogna assolutamente trascurare, degli elementi indispensabili per questa stagione fredda a cui è necessario dare importanza. Quali sono?

Ecco a voi tutto ciò che c’è da sapere sulle tendenze moda dell’autunno/inverno 2016-2017.

Chiodo o giubbotto in jeans. Borse abbinate ai soprabiti. Stivali altissimi sopra il ginocchio e stile cowgirl.

 I principali trend moda e accessori dalle sfilate.

20 tendenza moda e accessori per l’autunno – inverno 2016 /2017 direttamente dalle sfilate di New York, Londra, Milano e Parigi. Una piccola guida sugli abiti, i cappotti, le scarpe, le borse, i gioielli e gli occhiali che bisogna assolutamente avere nell’armadio.

1 La doppia borsa

E’ il trend principale per quanto riguarda le bag. Non si indossano più da sole ma si portano in coppia, a due a due. Meglio abbinarne una piccola (come fosse un borsellino) e una grande. L’importante è che siano coordinate tra loro per stile e colori. Dalle sfilate di: Dior, Prada, Loewe.

2 Il chiodo

Il ritorno agli anni ’80 e ’90 riporta in auge anche il giubbotto da motociclista in pelle. Presentato in molteplici varianti: con impunture, decorato da zip o completamente rivestito in paillettes. Ma con una precisa regola cromatica da rispettare: è sempre nero. Dalle sfilate di: Valentino, Balencianga, Diesel Black Gold.

3 I cuissard

 

Gli stivali sono le scarpe che domineranno il prossimo inverno, il modello che vince su tutti gli altri è quello altissimo, sopra il ginocchio. E’ proposto: colorato, in versione romantica con rouches, ricamato, animalier o minimal. Dalle sfilate di: Vetemens, H&M Studios, Fendi.

4 Il color panna

Moda-2017-autunno-inverno-collezione-Nicholas-K

Tra il bianco, il carne e il beige sarà una delle tonalità sul podio della prossima stagione fredda. Le passerelle impongono di indossarlo dalla testa ai piedi, per un deciso effetto monocromatico. Dalle sfilate di: Bottega Veneta, Givenchy by Riccardo Tisci, Dior.

5 Le calze in lana

Finalmente niente gambe nude in inverno, ma invece dei collant in nylon ritornano quelli caldi in lana o cashmere. I modelli più trendy sono: crochet o operati. Dalle sfilate di:Burberry Porsum, Prada, Marco De Vincenzo

6 Le borse e gli abiti ton sur ton

Per uno stile impeccabile le bag sono nello stesso colore, materiale e fantasia degli abiti o del cappotto con cui fanno coppia. Dalle sfilate di: Chanel, Tod’s, Gucci, Calvin Klein Collection

7 I cappotti “gommati”

Il soprabito riscopre la vernice ma sfodera una nuova texture dall’effetto caramella. Proposto in diverse nuance, ma con stile e taglio sempre maschili. Dalle sfilate di: Valentino, Proenza Schouler, Lacoste, Acne Studios

8 Abito + maglia

Nuova regola di stile per la sera: il dress con spalline si indossa con sotto un leggero pull. Possono essere in colori e stampe coordinati o a contrasto. Dalle sfilate di: Louis Vuitton, Proenza Schouler, N21

9 Lenti dal futuro

I nuovi occhiali sembrano arrivare dallo spazio e sono ricchi di personalità. Impreziositi da una maxi catena, sottilissimi, con speciali lenti a specchio o a mascherina total black. Dalle sfilate di: Balencianga, Rochas, Dior, Celine

10 Il giubbotto di jeans

Può essere corto, medio o lunghissimo. Con lavaggio scuro o chiaro. Liscio o con inserti in altri tessuti o stemmi applicati. Valgono tutte le varianti, l’importante è che la giacca in denim non manchi nei vostri guardaroba. Dalle sfilate di: Miu Miu, Gucci, Stella McCartney

11 Lo stile cowgirl

Il fascino del vecchio West ritorna in passerelle. Per cavalcare e dominare lo stile non possono mancare: frange, stivaletti, giacchine ricamate e capi in pelle. Dalle sfilate di: Anthony Vaccarello, Coach, Fay

12 Gli orecchini

I nuovi gioielli sono rock e ribelli. Così gli orecchini non si indossano più in coppia, ma si abbinano modelli dallo stile e materiali diversi. Per accentuare l’effetto scegliere varianti maxi e mini insieme. Dalle sfilate di: Proenza Schouler, Loewe, Alexander Wang

13 Il cappotto check

Il soprabito si veste di quadretti. Per un effetto sempre elegante e soft scegliere nuance mai troppo sgargianti. Gli stilisti hanno le idee chiare: si porta con scarpe rasoterra. Dalla sfilata autunno – inverno 2016 / 2017 di: Calvin Klein Collection, N21, Tod’s, Isabel Marant

14 Il colore giallo

A voi scegliere la sfumatura: limone, senape, canarino, ocra o curry. L’importante è avere almeno un tocco di questa nuance per i look dell’inverno.Dalla sfilata autunno – inverno 2016 / 2017 di: Sportmax, Acne Studios, Max Mara

15 Focus spalle

Le vecchie spalline anni Ottante da mettere sotto giacche e cappotti possono essere rispolverate. Si va da effetti vistosi a dimensioni più soft. L’importante è che le spalle siano in primo piano. Dalla sfilata autunno – inverno 2016 / 2017 di: Jacquemus, Vetements, Balenciaga

16 Sporty attitude

untitlednbvgjklo

Ormai l’abbigliamento tecnico è entrato a pieno diritto in passerella da qualche stagione. Il prossimo inverno diventa più elegante che mai. Il giubbotto del tempo libero è strutturato e fa coppia con orecchini e scarpe gioiello. La felpa diventa preziosa indossata con sartoriali pantaloni a vita alta. Dalla sfilata autunno – inverno 2016 / 2017 di Balencianga, Marni

17 La camicia bianca

Questo è un evergreen che non stanca mai. Potete indossarla in variante over e minimal, stretch da business woman, con minigonna per un gioco maschile-femminile. Dalla sfilata autunno – inverno 2016 / 2017 di: Celine, Jil Sander, Anthony Vaccarello

18 Il matelassé

tendenze-moda-autunno-inverno-2016-2017-piumino-868x600_oggetto_editoriale_720x600

Il giubbotto – piumino trapuntato risponderà diligente all’appello della stagione fredda. In versione bomber, come giaccia o come supporto sotto i soprabiti più leggeri. Sempre in colori coordinati con gli abiti. Dalla sfilata autunno – inverno 2016 / 2017 di: Stella McCartney, 3.1 Phillip lim, Diesel Black Gold

19 Morbide tute

Le jumpsuit sono: rigorosamente in lana o cashmere, super stretch e dallo stile sportivo. Variabilità nei colori, o tinta unita o multicolor. Dalla sfilata autunno – inverno 2016 / 2017 di Louis Vuitton, Courreges, Lacoste.

20 Accessori preziosi

Borse, scarpe, cinture, orecchini sono arricchiti da dettagli in pelliccia. Dalla sfilata autunno – inverno 2016 / 2017 di: Blumarine, Salvatore Ferragamo, Versace.

 

Vi sono piaciute queste nuove tendenze? Cosa ne pensate?

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

 

 

I dieci colori moda della Primavera/Estate 2016

Quanto sono importanti i colori nella nostra quotidianità?!

Hanno un forte impatto emotivo, influenzano innegabilmente le nostre scelte, l’umore, le azioni.

Pensiamo ad una stanza, ad un abito, alle lenzuola del letto, al cibo, alla natura e ci accorgiamo che inconsapevolmente il nostro stato d’animo viene influenzato dalla percezione del colore e dai suoi accostamenti.

Hanno anche un effetto terapeutico, se utilizzati sapientemente in vari campi della vita e molti e interessanti sono gli studi sulle “applicazioni del colore e sui suoi effetti benefici”.

Ma oggi parliamo di frivolezze e leggerezza, che a volte ci vuole e, diamo un’ occhiata alle tendenze colore per la moda primavera estate.

Come non fare riferimento allora a Pantone e alle sue linee guida?

Pantone è un’ autorità in tema colore, per l’identificazione e la comunicazione dei colori e degli accostamenti cromatici; da 50 anni ispira il lavoro dei professionisti del design in varie tipologie industriali.

Per la stagione in arrivo i colori tendenza spazieranno da nuance tenui pastello a tonalità decise e sfacciate, passando per i neutri, estremamente portabili da tutti e facilmente abbinabili.

Vediamoli nel dettaglio………

Rosa quarzo. Pantone lo ha eletto colori dell’anno 2016. È una sfumatura di pink leggera, delicata e rassicurante. Stella McCartney e Carolina Herrera lo propongono per total look d’effetto, entrambi con una venatura romantica o iperfemminile, dal suit sportivo al minidress di voile. Come Audrey Hepburn, crediamo nel “potere del rosa”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Azzurro Serenity. Il nome suggerisce e conferma esattamente il suo effetto, quello di colore tranquillo e armonioso. Ha un’energia positiva, quasi metafisica. Ecco perché trova un elegante equilibrio se indossato con il nero in Céline, il bianco in Christian Dior o le trasparenze in Blumarine.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Orange Peach. È una specifica sfumatura dell’arancione che tocca alcune note del rosa. Ricorda infatti la buccia vellutata della pesca. Un colore estremamente raffinato che diventa esotico nella tunica di Christian Siriano, sofisticato nelle arricciature di Roberto Cavalli o romantico nei ricami ton sur ton di Lela Rose. Da provare nelle sera d’estate.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Giallo sole. Non potevamo trovarlo in altra stagione, questa specifica tonalità di giallo, perché calda e piena. È, infatti, l’assoluto protagonista nei long dress leggeri di Prabal Gurung e Valentino. Il suo migliore alleato è il verde bottiglia, ideale sia sotto forma di accessorio o di capo fluido, come i pantaloni di Marni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Verde equatoriale. È il colore lussureggiante delle foreste tropicali. Rispecchia la rinascita della vegetazione. Ecco che rifiorisce nelle collezioni Primavera/estate 2016 degli abiti di Giambattista Valli, Gucci e Vetements.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Lilla
. Delicato e un po’ esotico, richiama infatti l’omonimo fiore della Persia. Prende forma nell’abito regale di Oscar de la Renta, viene abbinato all’argento in Roberto Cavalli o è il romantico tutù di Tadashi Shoji.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Blu elettrico. Energia pura che incoraggia a una divertente ed incredibile vacanza. È il colore dell’abito pop di Jeremy Scott per Moschino, del completo minimal-sporty di Hérmes e del coordinato di Chanel. Per quest’ultimo, forse, Karl Lagerfeld ha voluto rendere omaggio al tricolore francese…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Blu Navy. Altro colore tipicamente francese che conduce allo stile marinière. Abbinato al bianco, è la riga delle maglie di Coco Chanel, Picasso, Jeanne Moreau. Questa volta, però, lo troviamo in solitudine, colorando completi sartoriali. È la nuova divisa urbana per donne in carriera molto chic.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sun set. Sono le sfumature del tramonto di Oia in Grecia o di Key West in Florida. Caldo e avvolgente, sprizza energia. Tutte queste tonalità sono adatte a uno spirito forte e positivo, perché sicuramente, chi le indossa, verrà notata. In passerella lo abbiamo visto in Prabal Gurung, Carven e Prada. Da provare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Scarlatto. Il rosso delle fiamme e della passione. Si indossa da solo per abiti da sera importanti: paillettes e voile in Lanvin, drappi e balze in Yohji Yamamoto, avvolgente velluto in Acne Studios.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E VOI CHE COLORE AMATE PER QUESTA ESTATE……..?UN ABBRACCIO GIADA

Diete: il giorno per “peccare” che salva la linea

Lo dicono gli scienziati: concedersi un giorno per “sgarrare” dà più possibilità di continuare una dieta.

Ottime notizie! Uno studio condotto sul ” Jouenal of Consumer Psychology”  ha rivelato che i peccati di gola commessi durante una dieta danno più possibilità di portarla a termine. Ovvero, come le definiscono, le “deviazioni edonistiche pianificate” possono mantenere alte le motivazioni che ci permettono di portare avanti un regime ipocalorico.

Gli esperti hanno condotto un esperimento per vedere se i soggetti coinvolti erano interessati a continuare la dieta avendo a disposizione dei momenti programmati per “sgarrare”.

In primo luogo è stato chiesto ai partecipanti se preferivano un regime da 1500 calorie al giorno oppure uno da 1300 quindi più restrittivo, ma con la prospettiva (a fine settimana) di un giorno da 2700 calorie per giornata. I ricercatori hanno chiesto a 36 persone di portare avanti realmente per 2 settimane la dieta. Quelli che hanno optato per il regime più restrittivo ma con il giorno per “sgarrare” hanno ammesso di aver portato avanti la dieta più consapevolmente, con un maggior controllo di sé rispetto a quelli con un regime più regolare.

Entrambi i gruppi però hanno perso più o meno gli stessi kg.

Gli studiosi quindi hanno concluso che imporsi un clima di tolleranza zero può inficiare il risultato della dieta e quindi portare più facilmente al fallimenti, rispetto a un regime in cui è previsto un giorno per concedersi peccati di gola.

Per cui, se avete in programma di mettervi a dieta siete avvisati: regalatevi un giorno in cui concedervi un bel dessert!