Tornare a scrivere di Glamour…

Dopo una rigenerante pausa a base di giornate frenetiche e nuovi progetti lavorativi, di cui poi vi parlerò nei prossimi giorni, si riparte con il condividere qui con voi la mia passione per la moda e non solo . Come ho già raccontato, il blog è nato da un’idea cullata da tempo e infine realizzata in un momento di grandi cambiamenti nella mia vita e voglia di incanalare le energie in qualcosa di nuovo che, mi aprisse le porte verso un altrove fatto di idee, scambi e incontri. Le spinte sono state tante, come la volontà di arricchire di senso il mio lavoro, condividendo riflessioni ed esperienze , creando un piccolo blog/magazine con il desiderio di esplorare il mio campo di interessi, scrivendo articoli di moda e non solo, sperando di creare qualcosa di interessante per voi che mi seguite.

Quindi, eccomi qui! Pronta a scrivere su questa nuova estate che ci sta travolgendo.
Forse qualcuno di voi è già partito per le ferie o forse altri stanno facendo il conto alla rovescia del giorni che mancano alla partenza, comunque sia, io vi accompagnerò con tutti i miei consigli per affrontare un’estate glamour e indimenticabile.

 

Seguitemi nei miei prossimi post… Vi aspetto .

 

Istagram : giada_giacomoni

 

MODA CAPELLI Autunno/inverno 2018

Quali saranno i tagli, le tendenze  più cool della moda capelli dell’autunno inverno 2017-2018? 

Dal wob al bowl, dal medio scalato alle onde vintage, le proposte per la prossima stagione soddisfano tutte le esigenze di look e di praticità. Comincia a farti un’idea…

shutterstock_485070154-980x480

 

La moda capelli dell’autunno-inverno 2017-2018 porta con sé grandi novità in fatto di tagli e  tendenze , ma riconferma al tempo stesso alcuni must-have che hanno spopolato nella stagione precedente e che continueranno a dare del filo da torcere alle novità capelli 2018, soprattutto per quanto riguarda i colori.

Ma procediamo con ordine. Quali saranno i tagli e le tendenze top da sfoggiare nell’inverno 2018? Via libera a scalature e tagli frastagliatihaircut cortissimi – specie se in stile boyish – onde vintage e riga in mezzo. Banditi i tagli alla pari e le linee geometriche e regolari: la moda capelli 2018 vuole dinamismo, volume e movimento. E la frangia? Ovviamente sì, ma mini o maxi: addio mezze misure, ma anche il ciuffo scalato conoscerà una stagione fortunata, soprattutto in abbinata con lob e wob sfilatissimi.

shutterstock_457582534-980x480

Le proposte per il prossimo autunno inverno soddisfano tutti i gusti e tutte le esigenze, dai tagli di capelli con frangia o senza, dal wob al bowl, dal medio scalato alle onde vintage.  Scorri la gallery con i trend visti alle sfilate A/I 2017-2018 e scegli il tuo taglio di capelli del cuore.

LA MINI FRANGIA

La frangia cortissima e dritta è trendy quando completa un taglio di capelli lunghi leggermente scalato. Perfetta sui capelli lisci, sta bene anche a chi ha i capelli leggermente mossi (sfilata Adeam).

tagli-capelli-autunno-inverno-2017-2018-adeam

Il bowl cut

Chi ha lineamenti sottili con zigomi pronunciati (sconsigliato a chi il viso tondo) e capelli lisci e sottili può lanciarsi in un bowl cut o taglio a scodella, il taglio di capelli di moda negli Anni Sessanta (sfilata Akris).

tagli-capelli-autunno-inverno-2017-2018-akris-1.jpg

Il medio scalato

I tagli pari abbandonano la scena per lasciare spazio ai tagli con punte molto scalate e sfilate, soprattutto sulle lunghezze medie, con giochi di volumi e movimento (sfilata Akris).

tagli-capelli-autunno-inverno-2017-2018-akris

La maxi frangia

La frangia non ha mezze misure: è cortissima oppure lunghissima a coprire le sopracciglia e anche oltre. Si abbina ai capelli lunghi ma anche a tagli di capelli corti come il bob e il lob (sfilata Each x Othe)

tagli-capelli-autunno-inverno-2017-2018-each-x-other

Il bob corto

Cortissimo e con sfumatura alta. Questo caschetto, che ha lunghezze medie davanti e cortissime dietro, rende il massimo con i capelli naturalmente mossi, ma è adatto anche a chi ha capelli lisci e grossi (sfilata Dior Haute Couture).

tagli-capelli-autunno-inverno-2017-2018-dior-hc.jpg

Il pixie cut

Adorato ancora oggi da molte celebrities, il PIXIE CUT ( ovvero taglio folletto)  ha segnato un’epoca: gli Anni Sessanta, grazie anche alla sua testimonial più famosa, Twiggy. È ancora attualissimo, con le sue ciocche scomposte di diverse lunghezze, corte dietro e più lunghe davanti (sfilata Les Copains).

tagli-capelli-autunno-inverno-2017-2018-grinko

Lunghi con le onde

Per chi ha capelli folti, spessi e naturalmente mossi, è perfetto questo taglio più lungo davanti e più corto dietro, con punte sfilate e mosso da onde morbide e regolari. Da abbinare alla scriminatura centrale (sfilata Dior).

tagli-capelli-autunno-inverno-2017-2018-dior.jpg

 

Il wob sfilato

Tagli capelli 2017-2018: le tendenze per l'inverno

Il lob mosso o wob, si porterà con la riga centrale e con le punte scalate e sfilate. È adatto sia a capelli sottili, sia a capelli grossi (sfilata La Perla).

 

Il corto à la garçonne

Tagli capelli 2017-2018: le tendenze per l'inverno

Taglio intramontabile, il corto à la garçonne, ovvero alla maschietto torna ogni stagione. Quest’inverno ha un mood più femminile, ammorbidito da ciuffi e basette lunghe (sfilata Grinko).

La frangia con lo sfilato

Tagli capelli 2017-2018: le tendenze per l'inverno

La frangia lunga che copre le sopracciglia, quest’inverno andrà in coppia con un taglio di capelli lungo, scalato e sfilato (sfilata Lutz Huelle).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quale taglio preferite ? 

I 4 tagli di capelli da provare perché fanno sembrare più giovani.

Come ottenerli, pettinarli e preservarli. Beauty-tips per forever Young!

 

Se esistono i tagli perfetti per le over 30, quelli da evitare per non sembrare più vecchie, ci sono anche quelli (miracolosi?) da portare con gioia perché fanno sembrare più giovani. L’importante è azzeccarlo e pettinarlo al meglio. Ma a quale compromesso, penserete. Praticamente nessuno perché i tagli più freschi e divertenti non sono per forza i più audaci.Non solo il corto fa teenager, anzi. Ecco 4 tra i tagli forever young da provare questa estate e sempre:

IL BOB CLASSICO
Cosa chiedere al parrucchiere: un bob angolato che sfiori il mento e che diventi progressivamente (ma non troppo) più corto via via che si arriva alla parte posteriore. N.B.: se avete i capelli fini, meglio scegliere un taglio netto e non progressivo, in questo modo la chioma acquisterà più volume.
Perché fa sembrare più giovani: il bob regala al volto una dolcezza inaspettata, e la diagonale fa sì che l’attenzione si concentri sullo sguardo e l’angolo creerà l’illusione di avere zigomi più sollevati.
Cosa evitare: il taglio bob troppo corto rischia di non essere più un bob. Il taglio nella parte posteriore non deve superare la linea della nuca, o l’hairstyle apparirà disordinato. Su visi dalla forma tonda, evitare il bob arrotondato, preferitelo sfilato.

bob-classico

IL PIXIE SCALATO E SFILATO
Cosa chiedere al parrucchiere: un taglio corto, il più possibile scalato e leggero. Questo look “a strati” archivia l’eccessiva definizione che coloro che hanno lineamenti marcati dovrebbero evitare. La lunghezza del corto non deve superare la metà del collo.
Perché fa sembrare più giovani: la stratificazione assicura pienezza e volume. È questo il taglio consigliabile a coloro che hanno capelli sottili e molto sottili, specialmente sui lati o nella parte posteriore della chioma. Il taglio corto e scalato permette anche di giocare con il look ed essendo molto plasmabile si adatta a diversi stili. In una parola, è in assoluto il taglio più fresco che si possa scegliere.
Cosa evitare: una scalatura che non rispetta le proporzioni. Il rischio? Se i ciuffi rimangono troppo corti sui lati e troppo lunghi nella parte posteriore, il taglio risulterà disequilibrato e l’effetto molto poco giovanile, anzi.

pixie-scalato-classico

IL TAGLIO LUNGO MA SCALATO
Cosa chiedere al parrucchiere: stratificazione graduale e morbida. Questo è il taglio che meglio si addice a color che hanno capelli fitti e corposi. I livelli dovrebbero partire dal più corto: lungo non oltre la guancia, il medio: all’altezza del mento, e il lungo: che arriva alle spalle (e oltre).
Perché fa sembrare più giovani: il lungo ingentilisce i lineamenti, il lungo scalato ancora di più. I capelli lunghi poi, sono per eccellenza il taglio più young in assoluto, e nella versione scalata la scelta più contemporanea che si possa fare.
Cosa evitare: scalature nette, soprattutto all’altezza degli zigomi. Parola d’ordine per questo taglio è: gentilezza.

taglio-lungo-ma-scalato

LA FRANGIA O IL CIUFFO FRANGIA
Cosa chiedere al parrucchiere: usare le parole “soffice” e “leggero” per assicurarsi un taglio equilibrato che sia corto al punto giusto. Ila parte più corta del ciuffo deve terminare all’altezza del sopracciglio, quella più lunga raggiungere lo zigomo.
Perché fa sembrare più giovani: sia la frangia che il ciuffo frangia oltre a regalare allure sbarazzina e attitudine forever young, nascondono le imperfezioni e le rughe della fronte. L’asimmetria del taglio inoltre crea l’illusione di una maggiore pienezza, molto teen.
Cosa evitare: una frangia troppo netta. Un taglio da lasciare alle giovani e giovanissime. Disegnare una linea troppo dura sulla fronte rischia di indurire lo sguardo.

la-frangia-o-ciuffo-a-frangia

 

U/NITE …Let’s go dancing

12670302_1666521610264091_7253401101544954367_n

Mercoledì 3 Febbraio è andata in scena  la grande cerimonia di apertura per ‪#‎LETsGoDANCING6, uno degli eventi più attesi della Roma bene .Fra abiti di swarosky, musiche  suggestive e grandi sorrisi è finalmente comincia la gara fra le 12 stelle in coppia ai loro maestri professionisti  sul palco dello splendido ‪#‎TeatroCentrale‬. Ma non preoccupatevi, chi si è perso la strepitosa apertura avrà la possibilità di poter ammirare le 12 coppie nella prossima serata in scena il 17 Febbraio sempre presso il meraviglioso Teatro Centrale ….

Le 12 stelle

12509623_10208880709320762_9070937519880393102_n

I professionisti

Non potevo non parlare di questo meraviglioso evento organizzato dalla U/NITE… Sono arrivati alla 6° edizione con grandissimi successi con la conduzione di ANTONIO Casùla. Un evento che unisce l’arte del palco scenico  alla passione per il ritmo delle danze latine e non solo, ma la loro grande forza è L’AMICIZIA, collaboro con loro da 3 edizioni come giurata tecnica e la cosa che ho apprezzato di più oltre alla loro grandissima professionalità è il loro meraviglioso CUORE. Sono felice di far parte del loro staff tecnico, ma sono altrettanto felice di averli nella mia vita come AMICI.

12647406_1198661536828598_8842407644140834680_n

In giuria affiancata da altri 4 giurati di livello artistico eccezionale: Gianpiero Gencarelli, Luis Capasso, Andrea De Angelis, Giordano Pizzardi.

Regia: Paolo Lombardo

Direzione Artistica: Antonio Casùla

Coreografie: Raffaele Belgiovine; Federico Patrizi

Casting: Federico Patrizi

Operatore seconda camera: Dalila Orefice

Segretaria di edizione: Marta Isoni

Questo slideshow richiede JavaScript.